mercoledì 2 novembre 2016

Recensione di "Quando Cupido tira frecce (ma anche brutti scherzi!)" di Tiziana Pagano

Quando Cupido tira frecce


 (ma anche brutti scherzi!)
Tiziana Pagano



Formato: Ebook             
Pagine: 256




Lucrezia, ex moglie di Roberto e mamma amorevole di Marta, ha una grande passione per la storia tanto da farne un lavoro intrigante nella sua biblioteca.
Un nuovo cliente, Riccardo, la porterà a spostarsi in Francia per ricercare una verità storica capace di restituire lustro e diritti alla famiglia Dumont.
In questo viaggio sorprese e amore saranno protagoniste di storie vissute in epoche diverse ma unite dal filo della storia e del sentimento più bello della vita.



Recensione:
Cupido non ha età, lo immaginiamo tutti come l'angioletto cicciottello che si diverte ad unire persone simili o diverse e crea storie probabili o meno unite dal filo illogico ma magico dell'amore.
E l'amore è il protagonista indiscusso di questo libro.
Che sia puro per una figlia o affetto sincero per l'ex marito, per Lucrezia l'amore è davvero nell'aria ogni giorno.
Ma quando meno lo vorresti o forse quando credi di essere in pace con te stessa e non ne hai bisogno, ecco che l'amore vero e travolgente, profondo e delicato arriva entrando magari dalla porta del tuo ufficio o, come in questo caso, della biblioteca in cui lavori.
Da questo incontro tra Lucrezia e Riccardo inizia un'avventurosa ricerca di ricostruzione storica per riscattare la storia familiare di quest'ultimo, infangata e defraudata da diritti e titoli per un tradimento infame.
Per tutta la lettura del romanzo e della narrazione, i salti nel tempo animano due storie diverse per tempo e modalità ma che affascinano e incuriosiscono.
Dalla Milano, e poi Bordeaux del 2015 si passa alla Parigi del 1789 con molta facilità per lasciarsi trasportare dalla storia tormentata di François e Isabelle colma di lotte alla povertà del popolo nella vita di Corte, tradimenti e piccoli riscatti.
A piacevoli intervalli si vive contemporaneamente nel presente, con romantiche passeggiate nei vigneti francesi, si improvvisano cene a Parigi e ci si lascia trasportare dal romanticismo e dall'intrigante ricerca della verità storica, e nel passato, con storie non meno romantiche, a tratti molto divertenti, come i racconti dei personaggi che frequentano la Corte Francese di Luigi XVI.
Il finale delle due storie non è per nulla scontato ma si interseca comunque perfettamente tra le vite dei personaggi che hanno vissuto a più di duecento anni di distanza gli uni dagli altri.
Ho trovato la lettura di questo romanzo molto piacevole e scorrevole ma soprattutto intrigante.
I salti temporali aiutano a tenere accesa la curiosità per le storie parallele e per l'epilogo che non è mai certo e scontato fino alla fine della lettura.
Le esattezze storiche sono precise e curate molto bene e sono il dettaglio che mi ha fatto apprezzare maggiormente il romanzo per la capacità dell'autrice di raccontare eventi storici reali come la vita a Corte di Luigi XVI e di Maria Antonietta, dei tumulti popolari che precedettero la presa della Bastiglia del 14 Luglio 1789 ma anche le variegate e divertenti personalità dei singoli personaggi ricche dettagli e pettegolezzi che fanno sorridere e rendono la storia un pochino più "piccante".
I particolari storici fanno da sfondo ad un panorama di luoghi e personaggi perfettamente descritti, ad una storia che si apre e conclude in modo ordinato e frizzante e ad attimi romantici che rendono cupido l'angioletto cicciottello colpevole di tanti amori destinati a fallire, ma anche di storie d'amore travolgenti e romantiche che sanno far sognare anche grazie alle due citazioni perfettamente inserite di Walt Whitman.
______________________________________________________________

Tiziana Pagano
Classe 1988, è un'Educatrice e vive a Napoli. 
Laureata nel 2012 in Scienze dell'Educazione, la tesi di Laurea "Media, socializzazione e vita quotidiana" è stata inserita in un libro che raccoglie gli atti del convegno "Il volontariato nell'Italia meridionale" svoltosi all'Università Federico II di Napoli.
Ha la passione della lettura e della scrittura e ha collaborato anche per diverse riviste online. 
"Amori e altri pasticci a New York" é il primo libro pubblicato arrivato tra i finalisti del concorso letterario 
"il mio edordio 2015". 
"Quando Cupido tira frecce (ma anche brutti scherzi!)" è il romanzo che pubblicato nel 2016 anch'esso finalista dello stesso concorso dell'edizione corrente. 
_________________________________________________________________________

" Tra il clamore della folla ce ne stiamo io e te, felici di essere insieme, parlando senza dire nemmeno una parola"
Walt Whitman