lunedì 10 ottobre 2016

Un piccolo inizio...Libriamoci!


Italo Calvino, nel suo “Se una notte d'inverno un viaggiatore” scriveva: “La lettura è un atto necessariamente individuale, molto più dello scrivere”.

Noi, Chiara e Matteo, desideriamo fare di un'attività così individuale e personale, un elemento di condivisione e di scambio, vogliamo volare sopra le pagine che riteniamo essere, per noi, le più significative, offrendo così un punto di vista nuovo, fresco, decisamente poco ingessato; dunque: “Libriamoci”.
Il nome di questo blog è una parola che esprime una profonda intenzionalità e, in più, è una parola plurale, come noi: due persone diverse nel genere, nei gusti e nell'età ma uniti dalla passione per i libri e per la lettura. Una passione scoperta per caso, come per caso, un anno fa, ci siamo incontrati dove non avremmo mai pensato fosse possibile.
“Libriamoci”, nasce senza alcuna pretesa, solo per il gusto di condividere virtualmente ciò che ci piace, le pagine che ci hanno emozionato, nelle quali ci siamo riconosciuti, ci proiettiamo o, più semplicemente, che ci sono piaciute.
“Libriamoci” è come una stanza con grandi finestre dalle quali guardare fuori, osservare, fare entrare la luce, tenere fuori i rumori ma far entrare l'aria fresca e i profumi. Lo immaginiamo così il nostro blog: distante da un luogo dove produrre recensioni e discussioni letterarie degne di un circolo o di un'aula universitaria; lo immaginiamo come un luogo nostro, dove ognuno di voi è comunque, sempre, il benvenuto.
Non dispenseremo consigli:  non ne siamo in grado e non ne abbiamo l'autorevolezza; desideriamo solo, leggendo, poter scrivere le nostre impressioni e le emozioni personali, una sorta di diario, uno strumento grazie al quale, perchè no, trovare lo spunto per un libro...per due.

Ogni lettore, quando legge , legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso”.
(Marcel Proust, Il tempo ritrovato)