giovedì 30 marzo 2017

Ultimo appuntamento con la Collana "Come fare...": oggi scopriamo L'orto in città!

Buongiorno!!
Siamo giunti all'ultima tappa del nostro piccolo viaggio alla scoperta delle super guide di Edizioni Simone "Come fare...".
Il variegato mondo del saper fare, ci ha portati a scoprire utilissime nozioni sul giardino commestibile e sulla spesa consapevole, con un'interessante e curiosa panoramica su tutti gli altri volumi pubblicati dalla casa editrice!
Oggi, per chiudere questa bellissima esperienza insieme, analizzeremo e proveremo a darvi qualche anticipazione sul volume più "gustoso", quello che può cambiare il modo di vedere le cose, soprattutto quelle che decidiamo di portare in tavola...

Come fare...L'orto in città

Abbiamo visto, nel volume "Il giardino commestibile", come poter creare soluzioni ottimali per auto-produrre preziosi alleati per la cucina, ed impiegarli nel miglior modo possibile.
Le piante da frutto, marmellate, giardini diversi ed esteticamente unici e molto altro, sono stati i protagonisti del primo post dedicato a questa collana, rivolto a chi ha un piccolo o grande pezzo di terra da utilizzare in modo unico e produttivo.
Ma se volessimo dedicarci ad un vero e proprio orto? E se abitassimo in città e non avessimo grandi spazi da poter coltivare?
Dalla semina alla raccolta, ecco cosa troviamo nell'ultimo e imperdibile volume...



I motivi per intraprendere questa strada impegnativa ma dalle grandi soddisfazioni, è spiegata egregiamente nell'introduzione del volume dove, tra la vita in città, la natura scomparsa, la necessità di rendersi indipendente a qualsiasi età, il risvolto economico e molte altre analisi dettagliate, ci aiutano a comprendere quali benefici può portare una scelta che vada nella direzione di creare un piccolo orto per le esigenze della nostra famiglia o addirittura del vicinato.
L'importanza di riscoprire la bellezza del verde, della trasformazione positiva di una città che riscopre la natura, "sporcarsi" le mani per un motivo nobile, tutto da riscoprire e apprezzare!

L'orto urbano può essere anche un'ottima occasione per ritrovare se stessi, per avvicinarsi ad una dimensione di calma e relax che abbiamo perso nel tempo, oppure un'occasione di condivisione con amici e parenti che vogliano sperimentare con noi quest'esperienza gratificante.

Ma andiamo alla pratica...

La sfida più grande, è la città!
Riuscire a creare un orto urbano è la sfida più grande, gli accorgimenti da prendere sono molteplici e l'attenzione e la cura devono essere meticolosi e senza margini di errore.
Una vera sfida, un'incoraggiante ed eccitante esperienza per tutti.

Dove coltivare?

  • Giardino
  • Balcone
  • Terrazzo
  • Davanzali delle finestre
  • Tetto condominiale
  • "Adottare" un terreno abbandonato in città (avete mai sentito parlare dei giardini comunitari?)
La terra!
Se pensate che sia la parte più semplice, vi sbagliate!
La terra è una macedonia di ingredienti variegati e diversi, consistenze, classificazioni, metodi di utilizzo e capacità di coltivazione.
Per non parlare dell'ecosistema  che racchiude, il "popolo" terricolo che aiuta e scambia il cibo per migliorarne la qualità.
Un capitolo fondamentale, spiegato perfettamente e con disegni chiari che aiutano a capire ed apprendere.

L'acqua!
Un capitolo fondamentale riguarda l'acqua, lo scambio osmotico, i sistemi di recupero e le idee geniali per preparare l'acqua utile alle nostre piantine durante l'estate quando, per esempio, siamo in vacanza!
Avete mai pensato ad un laghetto in giardino? C'è anche questo!

Altri fattori importantissimi che solidificano le basi della conoscenza per la creazione del nostro orto urbano sono:
  1. La luce
  2. La temperatura
  3. Tipologie di orto (in cassetta, in bottiglia, in cesto, in sacco ecc.)
  4. Come avviene la semina
Una volta appresi "i fondamentali" si può procedere alla scelta degli abitanti del nostro orto!
Cosa vi piacerebbe coltivare?
Fragole? Cipolle? Carote?
Per non parlare delle piante aromatiche, del profumo che hanno e dell'utilità nella cottura!
La parte centrale di questo volume è arricchita con delle singole schede che spiegano come procedere alla coltivazione del vegetale prescelto e completano la procedura con interessanti dettagli.
Una vasta selezione di possibilità per il nostro orto che inizia a prendere forma...

Potete anche contare sull'aiuto prezioso di piccoli operai viventi che lavorino silenziosamente e gratuitamente al vostro orto!
Una sezione bellissima (adoro i disegni di questi volumi), spiega quali insetti possono aiutarci e come.
Coccinelle e vespe sono utilissime, mentre i parassiti bisogna conoscerli ed evitarli... .

Insomma, potete decidere di allevare lombrichi, creare il vostro "personal compost",sfogliare il ricettario di rimedi naturali e lasciarvi istruire da questa guida interessante e utile, ma la cosa fondamentale è il fermarsi un attimo a pensare.
La scelta coraggiosa nel 2017 è quella di tornare alle origini, di riscoprire il prodotto fatto da sé, saper curare costantemente, impegnarsi e tirar su le maniche e darsi da fare.
La scelta coraggiosa nel 2017 è voler dedicare del tempo a ciò che si è perso negli anni, alla bellezza del fare e dell'imparare.
Questo volume può diventare un alleato per riscoprire nozioni perdute o scoprirne di nuove.
Ciò che è certo, è l'utilità indiscutibile e alla portata di tutti, e oggi o in futuro, non è mai troppo tardi per imparare... .

Per maggiori dettagli e/o acquistare il volume Cliccate qui